Lamina Bior Life

Lamina sintetica, formata dalla fusione con diversi tipi di resine che, strofinata su un tessuto di lana al 100%, riequilibra la funzione cellulare ristabilendo il campo elettrostatico naturale per l'equilibrio bioelettrico del corpo. Eliminando i dolori e migliorando il movimento delle articolazioni.

Maggiori dettagli

25,00 €

Dettagli


Una cura contro tutti i mali esiste!
Lamina Bior Life

Una cura contro tutti i mali esiste... lo afferma il dott. MARIANO ORRICO, ITALIA studioso di medicina, inventore di uno strumento terapeutico semplice ma straordinario nelle sue illustrate applicazioni; una lamina sintetica, formata dalla fusione di 3 diversi tipi di resine che, strofinata su un tessuto di lana al 100% (in origine era consigliata anche una pelle di pecora appropriatamente trattata), riequilibra la funzione cellulare; i benefici si ottengono semplicemente avvicinando la lamina al corpo. Come tutte le idee geniali, siamo di fronte a qualcosa di estremamente semplice, ispirato dalle conoscenze già diffuse da Talete da Mileto nel VI secolo a.C.

Il dott. Orrico, parte dalla legge naturale secondo la quale”nell'universo intero esiste" la presenza delle forze elettriche positiva e negativa. La terra obbedisce alla stessa legge e l'essere umano che sopra di essa e' posto, fa altrettanto. L'uomo è costituito da un corpo elettrizzato, dal concepimento fino alla morte, di carica prevalentemente negativa 90% e 10% positiva. Questo è il frutto delle ricerche del dott. Orrico che si allineano con il premio Nobel per la Fisica (1903) Antoine Henri Bequerel che affermo' che la carica negativa nel nostro corpo è vitale, e che quando scarseggia ci si ammala e se carente la vita cessa. Noi ci nutriamo di cariche negative in diversi modi:
1) con la respirazione,
2) attraverso la superficie cutanea,
3) con il cibo,
4) tramite il sangue e
5) con la vibrazione cellulare.

Il Dottor Orrico affermava che la membrana cellulare di ogni singola cellula è formata prevalentemente da cariche negative e che il suo nemico è la serotonina possedendo cariche positive, qualora sia prodotta in quantità eccessive come avviene nell’intestino soprattutto quando questo è stitico o colitico.     .
Dagli studi del dott. Orrico sulla bioelettrologia , è nata la Bioelettroterapia, che si applica avvicinando al corpo uno strumento a forma di lamina di resina  che non comporta effetti collaterali. La lamina BIOR  LIFE, strofinata su un tessuto di lana (o anche una pelle di pecora) si carica di elettricità negativa e avvicinata al corpo apporta alle cellule cariche negative che un eccesso di serotonina ha ridotto così che le cellule della zona trattata possano riprendere il loro normale funzionamento.
Anche un altro studioso italiano, il Ing. Dr. Bartolomeo Audisio affermava dopo vari esperimenti che ripristinando il campo elettrico naturale si ripolarizzavano i tessuti e si riportava l’equilibrio vitale. Egli stesso, ancor prima del Dr. Orrico proponeva uno strumento che chiamava “piastra triboelettrica” che veniva usata allo stesso modo della piastra Bior Life.

E' risaputo che nella cellula avvengono fenomeni elettrici (non per niente abbiamo l'elettrocardiogramma e l'encefalogramma), ma ufficialmente non esiste una scienza che si chiami elettrobiologia.

Questi trattamenti sono molto semplici, ma si basano su conoscenze e scoperte molto precise e avanzate, che mettono in relazione il nostro benessere con una prevalenza di cariche elettriche negative nelle nostre cellule. E anche con la necessità di scaricare almeno questo squilibrio con un contatto quotidiano con la terra che ha sulla superficie una prevalenza di carica negativa (earthing, grounding, ecc.)

Le malattie hanno in comune una perdita della carica elettrica negativa della cellula; quindi, per ristabilire un equilibrio, abbiamo un metodo semplice e poco costoso per trasferire energia alle cellule.

Si prende una lastra di una speciale resina sintetica che si elettrizza per sfregamento e si tiene vicino alla pelle sulla zona o sull'organo che vogliamo trattare. Questo è tutto! L’unica cosa importante richiesta è un po’ di pazienza! Uno squilibrio elettrico/energetico che si è prodotto in molti anni ,richiede il giusto tempo per risolversi! Già dalla prima applicazione si proverà un senso di calma e rilassamento…

La lamina è proposta da 2 ricercatori italiani (Alessandro Giatti e Egidio Tullio) che  da anni propongono antichi e nuovi rimedi per ridare benessere a coloro  che cercano un migliore stile di vita utilizzando metodi naturali. Sono stati ripresi e ampliati gli studi e gli esperimenti di Orrico e di Audisio utilizzando i nuovi materiali disponibili oggi!

Non esiste nessun intento di sostituirsi a medici o studiosi che lavorano da sempre per guarire malattie di ogni tipo. Quindi per ogni patologia si consiglia sempre di richiedere sempre il consiglio e l’assistenza del medico.

Modalità d'uso:

Strofinare un panno di lana perfettamente pulita sulla lastra per una o due volte. Ancora meglio inserire la lastra nella custodia di lana e tirarla fuori con veemenza facendo resistenza con un braccio creando quindi attrito. In questo modo la lastra si carica di cariche elettrostatiche che vengono trattenute sulla superficie.  Tenere con una sola mano la lastra nella parte di legno avendo cura di non toccare la parte resinosa per non “scaricarla” e passarla poi sulle parti del corpo “bisognose” di ricarica e di riequilibrio tenendola a circa 5/10 cm. dalla pelle.

Ci sarà un trasferimento delle cariche elettriche sulla pelle che andranno ad equilibrare le cellule scariche (per effetto equipotenziale).

Si tiene la lastra carica sollevata sulla pelle per 2/3 minuti. Dopo ogni trattamento la lastra va ricaricata strofinandola ancora sul tessuto di lana. Questi trattamenti sono consigliati almeno 3 volte al giorno per almeno una settimana.

La lastra non ha alcuna controindicazione accertata per cui non esiste sovradosaggio, il Dr. Orrico e l’Ing. Bartolomeo Audisio hanno sempre stabilito i tempi minimi mai quelli massimi. E’ importante è che l’area di applicazione sia scoperta, senza vestiti e asciutta, bisogna avvicinarsi senza sentire il “tic” segno di eccessiva vicinanza alla pelle intorno a circa 5 cm., ovviamente bisogna allontanarsi di più dalla testa in quanto i capelli sollevandosi scaricano velocemente la lastra (toccandola). La sensazione di applicazione è piacevole, se la si prova anche su animali di compagnia questi si rilassano e stiracchiano segnalando di gradire il “trattamento”.

Non si tratta di una cura ma di una condizione ambientale organica indispensabile per mantenere l'organismo al massimo dell’efficienza fisiologica di benessere e, all’uopo idonea a promuovere processi autoterapeutici di carattere fisiologico necessari e sufficienti per portare alla norma disfunzioni organiche. (Dr. Ing. Bartolomeo Audisio).
 
Ritornando a Talete, medico e filosofo dei tempi passati che esaltava gli effetti terapeutici dell’ambra che in greco si dice “elektron”, la Lastra Bior Life ne ha le stesse qualità producendo un effetto tribolelettrico confermato anche dallo scienziato inglese William Gilbert. Nel 2010 la Dr.ssa Angela Matuszewska dichiarava che l’ambra ha capacità di interazioni intermolecolari, combatte i radicali liberi ed emette ioni negativi.
Gli specialisti della medicina naturale spiegano che ognuno di noi è circondato da un campo elettromagnetico e a causa dello stress o malattia si verifica un eccesso di cariche positive. Invece i nostri corpi funzionano correttamente, quando tra le cariche positive e negative esiste un equilibrio. L’ambra e le resine sintetiche come anche la Lastra Bior Life che producono cariche negative (per strofinio) possono aiutare a realizzarlo!




Scarica

Spiegazioni

Maggiori informazioni

Scarica (420.44k)